Murale dipinto da Fulvio Pendini, donazione della moglie del 1993

Sulla parete della scuola di Cibiana vi è un piccolo affresco su pannello che ritrae alcuni bambini che giocano.

L’opera è del pittore padovano Fulvio Pendini, nato nel 1907 e morto nel 1975.
La moglie Cesarina Bressan lo volle donare nel 1993 a Cibiana, dando modo così che anche la firma del marito potesse essere inserita tra gli autori dei murales.

Fulvio Pendini è stato un punto di riferimento per gli artisti padovani del secolo scorso e contribuì alla divulgazione della cultura figurativa in città. Fu tra i fondatori dei gruppi Il Bastione e Il Coccodrillo e dal 1950 uno degli organizzatori della Biennale d’Arte Triveneta.

Pittore figurativo molto attento ai valori compositivi, ai rapporti cromatici, alle dinamiche lineari, in questo dipinto ci fa percepire la concitazione dell’azione che sta ritraendo.

L’osservatore coglie la rapidità del movimento dei ragazzi proprio perchè al suo occhio non vengono offerti particolari da esaminare, ma piuttosto macchie di colore ben marcate, senza sfumature.

Le figure prive di dettagli, l’utilizzo di colori decisi, i particolari appena accennati rendono lo spettatore partecipe dell’esuberanza dei ragazzi appena usciti da scuola.